E io son desto: STORICA DENUNCIA A DRAGHI E RENZI

L’onda del risveglio non ha nulla a che vedere con i politicanti, con coloro che hanno da coltivare solo il pezzetto di terra attorno a se e a chi non crede ci siano personalità pubbliche così votate al Potere che farebbero saltare anche la casa della loro mamma!
Le denunce e le pubblicazioni sono aumentate drasticamente e fra qualche secondo capirete perché, leggete la denuncia collegata a questo post. Suvvia, fatevi un favore!
ma:

Draghi-Renzi

Chiedo la misura cautelare per Matteo Renzi e Mario Draghi, ecco perché
Il 7 agosto ho pubblicato un articolo in merito alla richiesta fatta dal Governatore di BCE, Mario Draghi, di cedere la sovranità nazionale per le riforme strutturali. Orbene la cessione della sovranità nazionale e la lesione dell’indipendenza sono pacificamente reati che lo scrivente ormai denuncia fin dall’avvento del Governo di Mario Monti, il primo dei tre consecutivamente imposti dalla finanza e nominati da un Parlamento composto in violazione delle norme costituzionali. Dopo una breve riflessione ho compreso che la situazione nel paese è troppo grave per non agire con ancora più forza. Ed allora non si devono più avere peli sulla lingua e le cose vanno dette per come stanno. Non c’è più nulla da perdere. Pubblico dunque in integrale una denuncia, molto più semplice di quelle già depositate presso la Procura di Roma (ciò al fine di darne la massima diffusione mediatica), inoltrata a mezzo posta in data odierna e spedita anche agli stessi Mario Draghi e Matteo Renzi. Con tale denuncia richiedo la misura cautelare per entrambi per aver commesso gravissimi reati contro la personalità dello Stato. Ovviamente pubblicare tale atto costituisce pacificamente diffamazione aggravata qualora i fatti da me enunciati non corrispondessero al vero e qualora contro i denunciati non si aprisse un procedimento penale e ciò ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 595 e 596 c.p. Orbene sfido pubblicamente Matteo Renzi e Mario Draghi a denunciarmi per quanto affermo nella missiva che allego e che riceveranno nei prossimi giorni. Ed ecco la versione in pdf -clicca qui-
Fonte: 
StudioLegaleMarcoMori