E SE LA CHIAVE…

Aggiungo a questa bella considerazione di jervé il testo di un grande filosofo italiano: Massimo Scaligero preso dal primo capitolo del “Trattato del Pensiero Vivente” e così dice:
L’Io che l’uomo dice di essere non può essere l’Io, se non nel pensiero vivente: ancora da lui non conosciuto. Egli conosce solo il pensato, o pensiero riflesso, ma non sa come lo conosce. Deve prima pensare, per conoscere il proprio pensiero: non conosce il pensare.
L’uomo conosce ed opera secondo il pensato, che, esaurito nella sua determinazione, non ha vita. Non avviene mai che in lui il pensiero operi direttamente come vita, essendo ogni moto vitale un processo a sé, traentesi dalla inconosciuta vita dell’organismo corporeo: processo che attinge direttamente al pensiero soltanto nei movimenti volontari: a un pensiero comunque riflesso.
Al massimo oggi l’uomo giunge a concepire il << pensiero pensante >> come << atto >>, o momento dinamico del pensiero: ultima positiva intuizione della filosofia occidentale.

E SE LA CHIAVE…
Pubblicato da redazione iconicon
thekey
…fosse lì davanti ai nostri occhi?
La chiave della prigione senza sbarre in cui viviamo, s’intende.

Ne abbiamo già parlato qui, ma forse è il caso di entrare più in dettaglio.
Allora, se:
A) Diamo un’occhiata alle targhe delle nostre auto vedremo una corona stellata, che incornicia la sigla della nostra nazione.
La corona del Sovrano, nel linguaggio dei simboli a quello inequivocabilmente rimanda.

europa_anteriore_b

 
B) Se in quanto individui siamo giuridicamente Appartenenti ad uno Stato Membro delle Nazioni Unite

onu

e dal momento che
C) La Carta delle Nazioni Unite dice chiaramente:
Articolo 2 
“L’Organizzazione ed i suoi Membri, nel perseguire i fini enunciati nell’art. 1, devono agire in conformità ai seguenti princìpi:

  • 1. L’Organizzazione è fondata sul principio della sovrana eguaglianza di tutti i suoi Membri. …segue…
Articolo 8 Le Nazioni Unite non porranno alcuna restrizione all’ammissibilità di uomini e donne nei loro organi principali e sussidiari, in qualsiasi qualità ed in condizione di uguaglianza.
Articolo 103  In caso di contrasto tra gli obblighi contratti dai Membri delle Nazioni Unite con il presente Statuto e gli obblighi da essi assunti in base a qualsiasi altro accordo internazionale, prevarranno gli obblighi derivanti dal presente Statuto.

Assemblea-ONU

Sarà forse che il Popolo per Autodeterminarsi avrebbe solo da unire i puntini di un disegno già esistente?
Jervé